Il nostro lavoro e COVID-19: la ricetta

Un periodo decisamente particolare, questo. Da “ogni posto è casa” a voli cancellati, aeroporti bloccati, trasporti pubblici limitati, Milano città vuota (e ce ne vuole!), passeggiate alle Cinque Terre da Monterosso a Vernazza da dimenticare, matrimoni sulla costa amalfitana rinviati, visita alla Villa Balbianello sul lago di Como posticipata, partita di pallavolo (e qualsiasi sport!) sospesa. Non ci credeva nessuno, ma ora sono molti ad aver realizzato la serietà della situazione. Un’Italia chiusa, in autoisolamento. Il Bel Paese che smette di accogliere i suoi milioni di visitatori e ammiratori. C’è una data stabilita che lascia spazio alla speranza, che ci fa pensare sia solo questione di tempo: 3 Maggio. Dopotutto l’ottimismo è gratuito, dovremmo approfittarne di più. 

Come la stiamo vivendo sul Lago di Como? Esattamente come la sta vivendo il resto d’Italia: lavoriamo da casa (Santo Smart Working!), evitiamo uscite non necessarie (il balcone di casa è ammesso, no restrizioni), ordiniamo spesa a domicilio (niente male come idea, perchè non l’abbiamo mai considerata prima?) e facciamo funzionare Netflix come non mai (abbonamento senza limiti, vero?).

In questi giorni l’ottimismo è diventato ingrediente fondamentale anche per il nostro Team di My Home in Como. E vogliamo svelarvi un segreto. O meglio, la ricetta che abbiamo elaborato in questi ultimi giorni: prendere il lavoro da casa, mescolarlo a qualche check-in nelle nostre case sul lago, tagliare i momenti di ricreazione in centro città. Incorporare al composto la creazione di materiale marketing, aggiungere un pizzico di brochure e dépliant, spargere il tutto con contenuti in italiano, inglese e russo. Unire una versione nuova del sito web, farcire con progetti lasciati in sospeso, aggiungere articoli al nostro Travel Magazine e mescolare per un paio di settimane fino ad ottenere un’esperienza unica, indimenticabile, tutta da vivere sul Lago di Como!

In altre parole, stiamo approfittando di questo momento di calma per rilanciare i nostri servizi nel migliore dei modi non appena questo virus ci lascerà in pace. Se lui non si ferma, perchè noi dovremmo?

Questa è la nostra routine lavorativa. Ma restate con noi per aneddoti e fatti interessanti sulle nostre vite personali: un nuovo articolo sta arrivando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *